Erasmus +

PROGETTO SOVVENZIONATO: "RETE EUROPA E INTEGRAZIONE"

AZIONE CHIAVE 1

Il progetto Erasmus+ nasce dalla volontà di promuovere lo sviluppo e la crescita dell’Istituto e del suo territorio in ambito internazionale. Per perseguire tale scopo e per definire gli obiettivi da raggiungere, la scuola ha individuato le proprie aree di intervento:

1. Integrazione degli alunni Stranieri

2. Sviluppo Tecnologico

3. Formazione del Personale e internazionalizzazione dell'Istituto

4. Sviluppo delle competenze chiaveda parte degli studenti

5. Consolidamento dei rapporti di collaborazione con le istituzioni locali.

Una peculiarità fondamentale per lo sviluppo dell’Istituto e del territorio, riguarda l'integrazione e la valorizzazione degli studenti di origine straniera.

Essi difatti rappresentano una buona parte degli alunni che popolano la scuola (circa il 30%) e provengono da aree geografiche abbastanza disomogenee, principalmente Marocco, Albania, paesi dell'Est, India e Cina. Questa eterogeneità della popolazione scolastica, pur richiedendo molte energie e dispendio di risorse a livello di gestione e organizzazione, rappresenta un valore aggiunto e diventa il punto di partenza per un’apertura consapevole nei confronti dell’Europa e del mondo. Garantire attività diapprofondimento, inclusione e, più in generale, progetti di ampliamento dell'offerta formativa, comporta il reperimento di fondi e finanziamenti. Gran parte di queste risorse finanziarie deriva dagli Enti locali, dalle famiglie e da associazioni e aziende presenti sul territorio. Questo è un punto di forza dell’Istituto, perchè dimostra una certa sensibilità da parte della popolazione dei comuni di Zocca e Montese verso le esigenze e lo sviluppo della scuola. Tuttavia, nonostante l'impegno profuso da parte di docenti, esperti e rappresentanti delle istituzioni, i fondi disponibili per offrire unadidattica sempre aggiornata e innovativa agli studenti non sempre sono sufficienti. Per questo si stanno attivando iniziative per formare esperti in progettazione europea, in modo da rendere la scuola un ponte verso l'Europa in un territorio di periferia, dove è importante diffondere i valori europei. La scuola ha intrapreso inoltre un percorso di crescita e sviluppo tecnologico che ha coinvolto 5 plessi su 7 dell’Istituto. Attraverso il progetto Pon "Wi-fi nella scuola", è stata realizzata una rete LAN/WLAN ampliando le infrastrutture già esistenti e implementando la rete wireless, consentendo la connessione Wi-fi per l'accesso a internet autenticato. Per continuare questo percorso di crescita si sta lavorando su due livelli: il primo si basa sulla progettazione e la ricerca di fondi per un ulteriore dotazione tecnologica, il secondo livello riguarda principalmente la formazione del personale sui nuovi media, le applicazioni e le piattaforme online (ad esempio eTwinning), formazione indispensabile per lo sviluppo di buone pratiche didattiche. Per il raggiungimento degli obiettivi è necessaria infatti una formazione continua e mirata del personale. Gli ambiti individuati come i più adeguati per far crescere la scuola e il personale sono i seguenti: - lingue comunitarieInglese e Francese; - didattiche alternative basate anche sui new media, che abbiano come fine principale la promozione del successo formativo, cercando di prevenire l’insuccesso scolastico, i fenomeni di dispersione e le discriminazioni razziali; -progettualità europea. La scuola ritiene che la creazione di una rete internazionale per la formazione dei docenti e degli studenti sia essenziale per la crescita di tutto il territorio. Per questo ritiene che i dipendenti debbano intraprendere percorsi di formazione mirati alla creazione di progetti internazionali in modo da diventare ambasciatori dei valori e della cultura europea e creare ponti virtuali e fisici tra gli studenti dell’Istituto e quelli di tutta Europa. Un importante obiettivo che la scuola si pone riguarda l’acquisizione da parte degli studenti delle Competenze Chiave di cittadinanza, in particolare per quanto riguarda la comunicazione nelle lingue straniere, le competenze digitali e le competenze sociali e civiche. Occorre innanzitutto pensare ad una serie di strategie che possano rafforzare l’azione didattica. Una traccia di lavoro è sicuramente lo sviluppo di una didattica innovativa, che utilizzi in maniera consapevole e sistematica le TIC (Tecnologie dell’informazione e della comunicazione) e che sia volta ad una forma di lavoro collaborativa tra docenti e tra studenti, garantendo parallelamente agli studenti approfondimenti e maggiore consapevolezza sui vantaggi derivanti da un uso corretto di tale tecnologia, sui rischi legati alla privacy, su come difendersi da possibili fenomeni di cyber bullismo e su cosa sia legittimo o meno fare in base al GDPR (General Data Protection Regulation).

Obiettivi formativi e competenze attese

OBIETTIVI:

1. Internazionalizzare il nostro istituto e favorire la continuità didattica.

2.Piano di sviluppo per l'integrazione (psi). Creare un gruppo di lavoro territoriale formato dai rappresentanti delle varie istituzioni che si occupi dei giovani e del territorio.

3. Formare almeno un esperto in progettazione europea.

4. Favorire l’acquisizione delle competenze digitali e di comunicazione nelle lingue straniere.

5.Realizzare il progetto "E-twinning - Amico di penna"

COMPETENZE ATTESE:

Linguistiche (nelle lingue comunitarie Inglese e Francese)

Progettuali e gestionali

Pedagogiche e Antropologiche

Tecnologiche e digitali

Allegati
Piattaforma e-twinning.pdf
SO DI ALBERI link per visionare il percorso.pdf
SO DI ALBERI progettazione.pdf
Progetto Piccoli passi.pdf
Le destinazioni Erasmus.pdf
Presentazione del progetto Rete Europa e Integrazione.pdf

Ultima modifica il 21-06-2021